Pubblicato in: Pensieri sparsi

Piccoli miracoli fatti da noi

Delle volte siamo noi a fare dei piccoli miracoli andando contro la nostra natura, cercando di essere un po’ razionali, o semplicemente tacere perché “non è il momento”.

Un “miracolo” è un evento eccezionale che suscita sorpresa, meraviglia e va oltre la prevedibilità degli eventi: è una “cosa meravigliosa”.

Sulla base di questo possiamo dire che noi facciamo dei piccoli miracoli ogni giorno.

Scrivo di questo perché credo che, in qualche modo, ne ho fatto uno proprio nei giorni di Natale.

Come tutte le famiglie del mondo, anche la mia è alquanto singolare: non ci parlavamo da diversi anni ma, in questi ultimi mesi le cose sono cambiate: c’è stato un riavvicinamento.

Tutto è nato dal fatto che i miei nonni dovevano lasciare la casa in cui erano in affitto, ed hanno deciso di andare da mia zia. Da questo punto in poi è iniziato l’evento eccezionale. Mia madre li ha aiutati in tutto e per tutto: trasloco; riorganizzazione della casa; arredo ecc; cercando di sorvolare sul passato e magari, conoscendola, mordendosi la lingua ogni tanto ma, alla fine, la situazione si è calmata.

A differenza di mia madre io sono molto più “nervosa”… ho bisogno di rispondere: umiliare chi mi ha umiliata e ferire chi mi ha ferita ma, con il tempo e grazie anche ad i social, ho imparato a sorvolare almeno sulle sciocchezze; questa, però, non era una stupidata adolescenziale.


E’ inevitabile, a Natale si va a casa…ed il fato vuole che, nella mia famiglia, la maggior parte dei compleanni cadono di dicembre, ed è proprio in uno di questi compleanni che ho fatto il mio miracolo.

In uno di questi compleanni siamo dovuti andare nella casa attuale dei miei nonni, ed eravamo quasi tutti! Ho perso il conto di quanti anni fa è accaduta una cosa simile però, è successo! Potevo lanciare delle “frecciatine” potevo rispondere con la mia solita vena acida; potevo rinfacciare tutto ma, ho preferito sorvolare: eravamo lì per festeggiare qualcosa di bello e non la stupidità umana.

Questo mio e/o nostro (compreso mia madre ed i miei fratelli) sorvolare, ha fatto in modo di creare un clima tranquillo (come mai accaduto prima d’ora) e così, oltre al compleanno, abbiamo festeggiato anche la sera del 25.

Delle volte tacere ti permette di trascorrere una serata di giochi, chiacchiere e spensieratezza con tutta la famiglia, come mai prima d’ora; perché, si sa…tutti abbiamo il nonno che vuole vedere quel film in tv ed alza il volume creando confusione; la cuginetta che non vince mai ed inizia a piangere per questo motivo; ed il fratello/traditore che inizia a raccontare i fatti tuoi…ma, per la prima volta, quest’anno non ci sono stati nervosismi, attacchi isterici o altro…e per me è un piccolo miracolo.

Non ho dimenticato, non voglio passare per stupida, ho soltanto archiviato…aspettando che mi venga fatto un altro torto che arriverà inevitabilmente.

Delle volte il miracolo lo “stimoliamo” noi…chiudendo un occhio, delle volte due, ed anche le orecchie ma, che sia chiaro: sorvolare si, ma solo con chi ne vale la pena!

Autore:

E' tutta una questione di libertà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...