Pubblicato in: Cercando nel web

Lezioni da social

Le persone che incontriamo nell’arco della giornata (amici, parenti o sconosciuti) hanno sempre qualcosa da insegnarci, sta a noi aprire la mente e captare la lezione.

Questo concetto lo possiamo riportare anche, e soprattutto, nei social.

Vi capita mai di commentare un articolo di un giornale, oppure un post, ed essere bombardati di risposte e/o like? Magari ci arrabbiamo anche per qualche commento estremamente stupido (pseudo sarcasmo), o con qualcuno che invece di aprire un confronto sul diverso modo di pensare offende, e chiude il discorso ancor prima di aprilo. Tu sei lì: delle volte rispondi perché è chiaro che non hanno capito cos’hai scritto (accade che ti rispondono offendendoti, ribadendo quello che hai scritto, dimostrando che non hanno capito niente); delle volte pensi “mannaggia  a me e quando ho commentato”!

Da questi commenti ho appreso la mia prima lezione di “vita da social”: rifletti prima di commentare!

Sembra stupido, lo so, ma ogni volta che leggo un articolo o un post, mi domando: “Vale la pena scaricare la batteria del telefonino per rispondere ai commenti? Oppure, ti senti abbastanza forte da commentare e poi lasciar perdere come se nulla fosse?“. blgDi solito, già dalla prima domanda, mi passa la voglia di commentare a questo punto sorvolo e continuo la mia vita senza arrabbiarmi con gente che, magari, si diverte in questo modo.

Come nell’immagine, in questa occasione, sono stata particolarmente stupida ed ecco il perché:

  1. Quando si parla di Religione bisogna stare attenti: o trovi una persona mentalmente aperta, oppure ti ritrovi intrappolata nella stupidità umana.
  2. Ho risposto ad una persona che ha messo tra virgolette il termine religione, intendendo un credo riconosciuto in tutto il mondo da tutte le fedi (tranne da questa persona, a quanto pare).
  3. Se si ha frequentato almeno le scuole medie, questo commento si poteva riferire ad almeno due indirizzi di fede; Se poi, visti i tempi, si è cercato di comprendere le varie culture del mondo tramite la loro religione, si può scoprire che i credi monoteisti non predicano odio. A meno che, “quella di guerre stellari” è stata riconosciuta in questi giorni e Darth Fener è il suo massimo esponente.

Ho sempre adorato Umberto Eco, lo vedevo come un mentore e, quando fece questo commento, ebbe tutta la mia stima incondizionata:

I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli

Che sia chiaro, la prima imbecille….sono io 😉

Autore:

E' tutta una questione di libertà

Un pensiero riguardo “Lezioni da social

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...