Pubblicato in: Pensieri sparsi

Gravidanza: interdizione momentanea

Avete idea di cosa passa nella testa di una donna incinta?

Voluto o non voluto non è importante, quando gli ormoni entrano in circolo puoi essere la persona più razionale che conosci, ma qualcosa cambia.

Non è di troppi giorni fa la notizia di una ragazzina di 16 anni che abbandona la sua bambina/o; o di donne che lasciano nei sacchi della spazzatura i neonati. Se fino a dicembre dello scorso anno non concepivo il gesto e, magari, delle volte lo incriminavo visto che le alternative ci sono, adesso qualcosa è cambiato: sono una quasi mamma anche io e, vi garantisco, non è facile!

Piccola Premessa: penso di essere una persona che utilizza il cervello o, almeno, ci provo nei miei limiti! Per farvi capire quant’è snervante essere una donna incinta vi racconto questo mio breve episodio:

Lunedì è stata una giornata fantastica, ho pulito tutta casa ed avevo le energie al top! Stavo così bene che mi ero organizzata anche i lavori dei giorni seguenti! Ma è arrivato il martedì..! Il tempo di una notte ed, alla mattina, ero caduta in stato depressivo. Ero divisa in due: una parte ero cosciente dell’anormalità della situazione; dall’altra, invece, volevo solo stare sul divano, sprofondare nel piumone con la tv accesa a mangiare schifezze. Consapevole di questo, ho cercato di “farmela passare”: sono uscita; ho comprato due cosine per la futura bimba; ho letto, insomma, ho cercato di distrarmi n tutti i modi! Risultato? 

In quello stesso pomeriggio, mentre io e mio marito eravamo a fare la coda alla cassa del supermercato, tutto il malessere di quella giornata aveva deciso di venir fuori riempiendomi gli occhi di lacrimoni! Mio marito mi guarda e dice “Che c’è?”, come se avessi avuto 2 anni (me lo meritavo!). La mia risposta è stata un’alzata di spalle! Nel frattempo nella mia testa “Ma sei deficiente!?!? Non hai niente! Non hai nessun motivo di stare così!”.

Per farla breve: Lunedì al 7° cielo ed il martedì 3 metri sotto terra!

Tutto questo per dire che: non è facile! Non lo è per delle donne adulte, figuriamo per delle ragazzine! Non avevo idea di cosa fosse la gravidanza… E non ho idea di come sarà dopo! Quello che ho capito è che non si è completamente lucidi e razionali! Si fanno cose, (o se ne pensano) che fino al giorno prima non si aveva minimamente badato…! Criticare o giudicare quelle donne che abbandonano il proprio cucciolo è stupido, nonché controproducente!

Una possibile (forse probabile?) iniziativa potrebbe essere l’installazione di un percorso di “accompagnamento alla famiglia” che vada dal secondo trimestre della gravidanza, fino all’anno di vita del bambino, creando man mano un percorso in base all’evolversi della situazione! In questo modo si potrebbe intervenire qualora ci fossero dei problemi. Infondo ci si concentra sempre sull’aspetto fisico ma non su quello psichico di pari o, forse, più importante!

Autore:

E' tutta una questione di libertà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...