Giorno 8


L’odore del prezzemolo

Ci sono certi odori che ci caratterizzano come, ad esempio, il profumo dell’origano che ci riporta al sud; il basilico e poi, come d’incanto, c’è l’odore di un ingrediente che viene quasi offeso. Utilizzato in modo anche dispregiativo per definire una persona, questo ingrediente ha un profumo incredibile: il prezzemolo.

Neanche oggi mi sono pesata, ma ho lasciato il post-it nell’unico posto che sicuramente domani mattina vedrò prima ancora di mia figlia o marito: lo schermo del cellulare! Si, è una cosa triste! Questo accade perché ho impostato la sveglia del telefono, quindi lo dovrò vedere per forza per primo! Ad ogni modo credo che alla fin fine sarà 49.0 oppure 49.3 quindi… magari finalmente avrò raggiunto di nuovo 50, ma lo scopriremo solo domani!

Questo qui di fianco è stato il mio pranzo: tortellini, brodo, un po’ di sugo, e pecorino; poi ho fatto merenda con fette biscottate e marmellata e caffè americano (si, mi piace!!) ed a cena: spinacina con insalata di misticanza e pomodorini.

Mentre preparavo il brodo, prendendo le foglie del prezzemolo, si è spigionato un odore meraviglioso. Un viaggio nel tempo in un periodo che è impossibile aver vissuto; come se tutta la storia di noi esseri umani era racchiusa in quell’odore. Una esperienza quasi mistica, e pensare che era solo prezzemolo!!

Adesso mi viene un dubbio: quello nella foto in alto, è prezzemolo????

Ad ogni modo, sminuzzandolo, triturandolo ed… odorandolo m’è venuto uno strano pensiero:

“Sei come il prezzemolo!”

Non è un’affermazione carina; vale a dire che quella persona è ovunque, proprio come questo ingrediente.

Voglio riscattarlo!

Come sarebbe l’insalata di patate senza questi sapori? La minestra? Qualsiasi cosa con queste foglioline acquisisce in odore e sapore quindi da valore aggiunto alla pietanza! A questo punto l’affermazione di cui sopra non deve essere più dispregiativa ma, tutt’altro, dovrebbe essere un complimento; come a voler dire che ovunque si trovi questa persona, la situazione ne acquisisce in valore.

Vi faccio un esempio: se Alberto Angela fosse come il prezzemolo, debelleremo l’ignoranza dalla televisione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.