web

Cybercrime: la truffa romantica

*Momento serietà*

La cosa peggiore che facciamo, chiaramente inconsciamente, è proiettare ciò che siamo nel mondo. Ci aspettiamo che gli altri si comportino con noi allo stesso modo in cui noi ci comportiamo con loro.

Questo accade con chiunque: amici, parenti, conoscenti e gente che incontriamo in quella fantastica realtà virtuale chiamata Internet.

Ora, mentre con le persone fisiche possiamo in qualche modo difenderci, e non sempre ci riusciamo, con quelle virtuali siamo ancora più vulnerabili.

Non so spiegare il motivo (probabilmente gli psicologi staranno studiando proprio “l’effetto social”) ma abbiamo sostituito alla nostra diffidenza, alla nostra prudenza, al nostro senso di auto-protezione affettiva, lo schermo del pc o del cellulare.

Forse abbiamo così tanto bisogno di metterci a nudo con qualcuno e che ci ascolti senza giudicarci, che ci lasciamo andare. In passato ci avranno fatto così male, nel nostro intimo, che abbiamo bisogno di sentirci speciali per qualcuno.

È la vita! Prima o poi arrivano quei momenti di particolare fragilità, anche se cerchiamo di nasconderla sotto una grande corazza. Ma anche l’armatura più forte ha il suo punto debole ed è lì che s’intrufola il serpente.

Una persona galante che s’insinua tra la breccia della nostra anima lacerata dalla vita, illudendoci di un amore idilliaco; un uomo forte (di solito un militare), che ci viene a salvare dalla nostra esistenza fino a quando, inizia a chiederci i soldi… Non è tanto per i soldi, quelli vanno e vengono, ma ci colpisce nell’intimo. Una foto rubata su internet una storia inventata… un amore finto.

La truffa del soldato americano ha dovuto far ricorrere ai ripari anche la US.ARMY ( -> QUI ) che lancia l’allarme sulle truffe romantiche. Da noi, in Italia, c’è solo una trasmissione che accende un faro su questo problema che ha iniziato anche a mietere vittime: “CHI L’HA VISTO?

Sfortunatamente non sono solo donne a cadere nelle trappole delle “truffe romantiche” ma anche uomini, attratti da finte ragazze. La trasmissione ha voluto dar voce ad una associazione che, nel silenzio delle istituzioni, si sta adoperando nella lotta al cybercrime:

ACTA LOTTA CYBERCRIME ASS.CONTRO TRUFFE AFFETTIVE

Questa associazione è alla continua ricerca di volontari: psicologi, avvocati … insomma, di tutte quelle figure che possono aiutare nel contrastare uno dei peggiori crimini del nostro secolo: lesa dignità.


P.s. la foto è stata presa da Canva

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.