Sorpassi al semaforo


Vi capita mai di guardare nelle auto accanto a voi e chiedervi: “chissà dove vanno”?

È una domenica mattina particolarmente rilassante: il risveglio è piacevole; i raggi del sole filtrano dalla finestra; l’odore del caffè che invade la casa; la bambina che si sveglia di buon umore; e tutti sereni facciamo colazione. La casa è in ordine, stranamente non c’è molto da fare. In quel momento arriva il lampo di genio:

Perché non andiamo al centro commerciale?

Entusiasti di questa proposta ci finiamo di preparare ed andiamo!

Il traffico di una grande città, è diverso da quello di una dalle dimensione decisamente più ridotte e lo noto (tenete presente che non ho neanche la patente!) in modo particolare quando passo da Torino a Termoli (CB): da circa 1 milione di abitanti (compresa la prima cintura) a circa 35 mila. Nella prima si corre, ovvero, non hai il tempo di avere un attimo di titubanza che ti devi muovere! Nella seconda, puoi trovare situazioni in cui automobilisti si fermano in mezzo alla rotonda per parlare con un amico che passeggia sul marciapiede accanto.

Tornando a noi! Sereni e contenti ci dirigiamo, in macchina, verso l’altro capo della città. Nel rispetto delle norme della strada, avanziamo a velocità di crociera, come tutti stavano facendo visto che era una domenica mattina.

Un semaforo. Scatta il giallo. Rallentiamo, non c’è fretta.

L’auto dietro di noi (a pochi centimetri dal nostro cofano) accelera, passa alla corsia di destra e tenta il sorpasso, rischiando di tamponarci proprio sul lato dove si trovava la bimba. L’uomo, non si accorge che il semaforo di quella corsia che gli serviva solo per superarci era rosso.

Lui si ferma, noi no! Avevamo solo rallentato in attesa del segnale di via. Scatta il nostro verde, andiamo avanti, lasciando che la polvere dell’asfalto si alzasse proprio sotto il naso di una persona che, la domenica mattina, aveva così tanta fretta che si è ritrovata ferma al semaforo… ad aspettare.

La nostra domenica è proseguita in pace e serenità e mi auguro vivamente che quel signore dal “sorpasso a destra” facile, aveva delle più che ottime ragioni per andare così di fretta, perché almeno la domenica mattina…cerchiamo di rilassarci un po’!

Spero di non aver scoperchiato il vaso di Pandora, ma vi invito ugualmente a condividere la vostra esperienza urbana!

P.S. Quando siete in macchina: 1) Rispettate almeno la distanza di sicurezza e la velocità; 2) Mollate quei maledetti cellulari! Dall’aldilà non prende!!!

Siete già iscritti alla lista mail?

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: